Gli obiettivi in sicurezza in dialisi peritoneale

Essere protagonista nella cura

Introduzione

Il paziente ha da sempre un ruolo fondamentale nella sua cura dialitica, di cui può essere protagonista da solo o assieme alle persone a lui vicine nel caso non sia autosufficiente: un familiare, un amico o il caregiver (infermiere specializzato o badante certificato).
Accanto al paziente hanno poi un ruolo fondamentale il team infermieristico, il nefrologo ed altre figure professionali come lo psicologo (o mediatore sociale), il dietista ed il fisioterapista, i quali lavoreranno di concerto per aiutarlo a conoscere e ad eseguire correttamente la dialisi peritoneale.

E’ un lavoro di squadra da svolgersi in perfetta sincronia, poiché il paziente dovrà impegnarsi a rispettare le regole che gli esperti gli daranno per consentirgli di adattarsi velocemente e diventare parte attiva nella sua nuova vita e nella sua nuova cura.

I 6 obiettivi in sicurezza quando si esegue la Dialisi Peritoneale, riportati in questa sezione, sono obiettivi “operazionali”, poiché indicano azioni e modalità di comportamento che il paziente deve essere in grado di adottare, al fine di poter effettuare il trattamento dialitico in modo corretto e sicuro. Essi rappresentano dunque le conoscenze e le competenze minime che un paziente cronico deve aver acquisito per evitare eventuali complicanze acute.

Obiettivo 1

Conoscere la Dialisi Peritoneale

Il primo obiettivo che ci poniamo durante il percorso educativo-formativo del paziente alla dialisi peritoneale è quello di spiegare in dettaglio cos’è il trattamento dialitico peritoneale, come viene effettuato e in quali modalità (manuale o automatizzata).

Un paragrafo molto dettagliato è dedicato alla descrizione della composizione del liquido e delle sacche di dialisi, fornite direttamente a domicilio dal centro di riferimento una volta al mese, che devono essere controllate e conservate secondo apposite indicazioni.

Particolare attenzione è dedicata all’operazione di rinnovo/sostituzione del liquido di dialisi, detta “scambio” e composta di 3 fasi: lo scarico, il carico e la sosta. Nella prima fase il vecchio liquido di dialisi pieno di scorie esce dall’addome del paziente, nella seconda entra il nuovo liquido sterile mentre nella sosta avvengono i passaggi di acqua e sostanze disciolte (urea, creatinina, potassio, fosforo, etc) attraverso il peritoneo: è questo il momento principale della dialisi.

obiettivo-1-rr-770_pagina_01

Per maggiori dettagli è possibile scaricare la brochure completa del modulo in pdf cliccando sull’immagine

Obiettivo 2

L’igiene come cura

Le infezioni sono le complicanze più temibili in dialisi peritoneale e per prevenirle il paziente dovrà fare in modo di mettere in pratica i suggerimenti e le raccomandazioni ricevute dagli esperti durante le visite ambulatoriali o domiciliari.

Bisogna avere molta cura del catetere peritoneale, lavarsi bene le mani e posizionare una mascherina sul viso (coprendo naso e bocca) durante il suo utilizzo. Una grande attenzione deve essere prestata anche all’emergenza cutanea, cioè il punto da cui il catetere emerge dalla cute, che deve essere asciutta, pulita, non arrossata e senza ferite, la cui medicazione riveste un ruolo fondamentale nel prevenire le infezioni.
Infine, occorre avere un’eccellente igiene quotidiana in generale.

obiettivo-2-rr-771_pagina_01

Per maggiori dettagli è possibile scaricare la brochure completa del modulo in pdf cliccando sull’immagine

Obiettivo 3

Riconoscere le infezioni

Proprio perché la dialisi peritoneale si esegue maggiormente a casa, sarà necessario che il paziente impari a riconoscere prontamente l’eventuale insorgenza di infezioni (infezioni dell’emergenza cutanea e/o peritoniti).

Il terzo obiettivo in sicurezza è dunque quello di conoscere e riconoscere i segni e sintomi dei processi infettivi e delle terapie cui sottoporsi, unitamente alle misure correttive che il paziente può intraprendere.

E’ importante conoscere anche gli altri imprevisti che possono verificarsi in relazione alle operazioni di carico e scarico, a rotture o sconnessioni di catetere ed elementi del set, per concludere con l’illustrazione di situazioni dolorose a carico dell’addome o di colorazione anomala del liquido di dialisi.

obiettivo-3-rr-772_pagina_1

Per maggiori dettagli è possibile scaricare la brochure completa del modulo in pdf cliccando sull’immagine

Obiettivo 4

Cosa mettere nel piatto

Un’alimentazione corretta e bilanciata (composta da carboidrati, proteine, grassi, minerali e liquidi) è fondamentale per chi esegue un trattamento dialitico. E‘ necessario quindi, mettere in pratica tutte le indicazioni alimentari fornite dal dietologo o dietista.

obiettivo-4-rr-773_pagina_01

Per maggiori dettagli è possibile scaricare la brochure completa del modulo in pdf cliccando sull’immagine

Obiettivo 5

Le medicine

E’ molto importante per il paziente prendere quotidianamente i farmaci prescritti dallo specialista durante la dialisi. Questi possono essere farmaci antipertensivi, per controllare la pressione arteriosa, diuretici, per diminuire il fosforo o compensare la compromessa produzione ormonale (vitamina D, eritropoietina). In ogni caso sono fondamentali per aumentare lo stato di salute del paziente.

obiettivo-5-rr-774_pagina_1

Per maggiori dettagli è possibile scaricare la brochure completa del modulo in pdf cliccando sull’immagine

Obiettivo 6

Muoversi

Oltre alla dieta, anche il movimento rappresenta un elemento fondamentale per il paziente in dialisi, facendo i dovuti controlli di idoneità a seconda dell’età ed avendo sempre cura del catetere peritoneale.

Una passeggiata di circa 35-45 minuti al giorno aiuta a diminuire il grasso in eccesso ed il colesterolo cattivo (LDL), oltre a stimolare la peristalsi intestinale.
Oltre alla ginnastica e al ballo, per gli amanti dello sport di gruppo, sono consigliati specifici esercizi per tutto il corpo da poter svolgere anche nella comodità della propria casa.

obiettivo-6-rr-775_pagina_1

Per maggiori dettagli è possibile scaricare la brochure completa del modulo in pdf cliccando sull’immagine

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca